Pages Menu
Categories Menu

Scritto on 13 - mar - 2014 in Animali di piccola taglia, Cane, News | 0 commenti

Passeggiata al guinzaglio

Passeggiata al guinzaglio

Portare il vostro cane al guinzaglio è importante per farlo svagare, mantenere buone le sue capacità atletiche e divertirsi insieme ma può essere anche rischioso: potrebbe spaventare i passanti, litigare con cani liberi o finire sotto le automobili.
Per questi motivi è fondamentale una fase d’addestramento prima dei tragitti in strada, più lunghi al guinzaglio.
Il periodo di apprendimento più efficace per l’addestramento del cane a passeggio, sarebbe quando entra a far parte della vostra famiglia, meglio ancora se cucciolo.
L’ADDESTRAMENTO
La pazienza, soprattutto all’inizio, è il requisito fondamentale: il ritmo di apprendimento potrebbe essere lento.
Per certi cani ci vogliono mesi per imparare come camminare stando al vostro fianco.
I cuccioli tollerano sin da subito sia il collare che il guinzaglio ma il tempo per imparare ad essere ubbidienti durante la passeggiata al parco, può essere influenzato dal tipo di carattere e dal loro livello di vivacità.

PRIMO STEP
Alla fine del pasto del cane, occorrerà fargli associare al guinzaglio qualcosa di piacevole, quindi, prendendo in mano la fettuccia, andrà affiancato qualche minuto per casa. Continuando con questa abitudine per un periodo di tempo, ogni giorno un pò più a lungo,  il cane si abituerà al guinzaglio, a vedervi camminare al suo fianco e sarà pronto per il secondo step da effettuare all’aperto.

SECONDO STEP
In un cortile senza troppe distrazioni, agganciategli il guinzaglio facendolo finire a terra; lo si dovrà lasciare attaccando permettendo che lo trascini per per il giardino. Di tanto in tanto raccoglietelo simulando una brevissima passeggiata assistita al guinzaglio e seguite il cane dandogli una ricompensa quando vi starà in fianco.

Come convincere il cane a camminare al vostro fianco destro? 3001 guinzaglio rosso
Basterà nella prova all’esterno, tenere il guinzaglio nella mano sinistra e un biscotto nella mano destra ripetendo durante la camminata, la parola “dai!” e premiandolo con il biscotto quando ubbidirà.
Se tira che fare?
Giratevi e procedete nell’altro verso: il guinzaglio lo obbligherà a girar la testa da una lato e di conseguenza correrà per raggiungervi. Questa pratica andrà ripetuta fino a quando non capirà che, se vuole passeggiare con voi e ottenere la ricompensa, dovrà rimanere sempre al vostro fianco.

Come devono essere il collare e il guinzaglio ideali?
In commercio ne esistono di vari modelli abbinati.
Il vostro veterinario potrà sicuramente consigliarvi quello più adatto, come il collare con fibbia e giunzaglio piatto in vari materiali: cuoio, nylon, metallo, oppure in fettuccia avvolgibile che consente di allontanarsi fino a una distanza di 7 metri rimanendo sotto il tuo controllo; per richiamarlo basterà premere il pulsante ( utile quando il comando “Al fianco” sarà già stato acquisito dall’animale).

 

Per i cani più attivi è consigliato il Collare a “cavezza”.
Questo modello consente di esercitare un controllo soft sul cane grazie alle due fettucce, una al collo e l’altra intorno al muso. Senza stringerlo, questo collare reprimerà l’abitudine di tirare trasferendo il movimento in avanti, in un movimento laterale del capo, divenendo così efficacissimo per i cani iperattivi o difficili da controllare.
La lunghezza consigliata nella prima fase è da 1 metro a 1,8 metri.

3001 guinzagli colorati

Prima passeggiata
Durante la prima uscita, se è molto agitato andrà fatto stancare con  giochi fisici, prima di mettergli il guinzaglio, così sarà meno portato a distrarsi. Se durante la passeggiata farà errori non gridate e non colpitelo, ma rigiratevi più volte nel senso di marcia e se occorre tornate al punto di partenza, allungando di volta in volta il tragitto e ricordandovi di premiarlo quando si comporterà bene.